Menu

Non hai articoli nel carrello.

SPEDIZIONE E RESO GRATUITI IN TUTTA ITALIA

Bomber, bomber delle mie brame…

Bomber, bomber delle mie brame…

Bomber, bomber delle mie brame…

Nella primavera-estate 2018 è Chase, giacchino in maglia dal taglio bomber, il pezzo cult su cui puntare per essere giovani e grintose, eleganti e originali.

Sebbene viviamo in un’epoca in cui le forme della moda non sono più normative e rigide come accadeva una volta e, sfogliando una rivista, possiamo dire che tutto è intendenza, la gonna lunga come la longuette e la minigonna (come, allo stesso modo, possiamo affermare senza tema di smentita che il must di stagione è il sandalo flat quanto lo stiletto), ci sono dei capi che in un determinato periodo storico conoscono una particolare fortuna e sono più “gettonati” che mai.

Uno di questi è il bomber - un pezzo del guardaroba, per la verità, intramontabile - ma che nelle ultime stagioni ha conosciuto un incredibile revival, soprattutto nelle sue versioni più femminili e glam. Tanto da comparire sia nei look street style più sopra le righe, sia nelle mise più eleganti e griffate delle celebrity nei front row delle sfilate e agli eventi che contano. Il trend non può che farmi piacere: sono una fan accanita di questo tipo di giacchino da tempi non sospetti.

Il bomber è da sempre un mio cavallo di battaglia, perché trovo che abbia un’anima giovane e grintosa, da un lato, e nostalgica e vintage, dall’altro, e amo molto questa fusione di caratteri in un solo capo. Già nella collezione della primavera-estate 2017 mi ero cimentata nel bomber, naturalmente in maglia, dandone un’interpretazione decisamente sport-chic: avevo utilizzato, infatti, la viscosa, scelto proporzioni asciutte e soprattutto una spiritosa fantasia check lavorata a jacquard, proposta in due varianti di colori pastello. Praticamente un bomber tenero e sportivo, da mangiare come un sorbetto.

La mia sperimentazione sul bomber è proseguita nell’autunno-inverno 2017/2018, quando ho concepito il classicissimo Hirst e il morbido Rothko. Il primo è la versione più didascalica del bomber, con maniche a contrasto e dai colori di ispirazione college, il secondo in superkid mohair garzato, caratterizzato da un motivo a maxi quadri jacquard, proposto in due combinazioni di colore (nero e rosa), che incarna un’idea di "plaid mood", ossia un originale aspetto da coperta di lusso.

Nella primavera-estate 2018 - in cui le riviste e i siti di moda ci dicono che il bomber, sempre vitalissimo, sarà super femminile e ricco, in satin, con stampe floreali, applicazioni e ricami di vario tipo - la mia proposta di bomber in maglia è coerente e originale al tempo stesso, andando nella direzione della preziosità e dell’iper-decorativismo con il modello Chase.

Chase è, infatti, un giacchino in maglia dal taglio bomber, in cotone e Lurex lavorati in base al motivo jacquard, complicato e bellissimo, che caratterizza la nuova stagione di moda di TitìMilano, è chiuso da zip e foderato in seta, per una tenuta a prova di brezze primaverili. Inoltre, è disponibile in cinque varianti colore particolarmente studiate e sofisticate (quanto lavoro ho messo nella scelta della palette cromatica!), che vi invito a scoprire nella parte del sito dedicata alla collezione. Il risultato è un capo unico e distintivo.

Chi può dire, infatti, di sfoggiare sul proprio bomber la riproduzione jacquard del motivo artistico-decorativo che orna il soffitto in maiolica della loggetta del museo Stibbert di Firenze, realizzata da Cantagalli tra il 1889 e il 1892? Ragazze, questa volta abbiamo toccato vette creative inaudite, in un capo curato, fra l’altro, in ogni minimo dettaglio e che, proprio per questo, si colloca per meriti intrinseci nella fascia lusso del mercato.

Indossando questo bomber vi sembrerà di indossare per certi aspetti un’opera d’arte vera e propria e io sono molto soddisfatta di questo esito. Ha necessitato di un lungo lavoro di studio e di messa a punto, ma ne è valsa la pena, a mio parere. Un giacchino di questo tipo non passa certo inosservato! Portatelo con il pantalone a palazzo Arp nella stessa fantasia, se siete audaci, oppure con la gonna longuette Takashi o il pantalone cropped a palazzo Fontana in tinta unita, se siete più sobrie. Oppure inventate l’abbinamento che sentite più nelle vostre corde.

Chase è ideale per vestire la primavera, quando il freddo dell’inverno è ormai un ricordo, ma ancora non si può uscire senza una protezione adeguata. Il bomber è un capospalla sicuramente m

no coprente e versatile del trench e del blazer, ma rappresenta una valida alternativa per interpretare la stagione di passaggio. Come abbiamo detto, è giovane e grintoso. Pratico e di tendenza.

Nella versione in maglia di TitìMilano è pure originale e prezioso.

What else?

Buona primavera a tutte!

A presto

Francesca

Recent Posts