Menu

Non hai articoli nel carrello.

SPEDIZIONE E RESO GRATUITI IN TUTTA ITALIA

Il bomber in maglia. La rivisitazione di un classico intramontabile in versione sport-chic di TitìMilano.

Il bomber in maglia. La rivisitazione di un classico intramontabile in versione sport-chic di TitìMilano.

Il bomber in maglia. La rivisitazione di un classico intramontabile in versione sport-chic di TitìMilano.

Ero alla ricerca di uno stile da attribuire al mio giacchino estivo, disegnavo e disegnavo senza essere soddisfatta, fino a che non mi è venuta l’ illuminazione: perché non fare un bomber in maglia?

Avete presente quel giubbotto con rimagli bicolori, tipico delle squadre di baseball americane? E’ un capo con una lunga storia alle spalle, di provenienza militaresca e prettamente maschile, che ha ormai conquistato il pubblico femminile, grazie alle infinite variazioni sul tema che abbiamo visto alle ultime sfilate. I designers questo inverno lo hanno eletto nuovo blazer, per il suo essere un capo-spalla da mezza stagione maschile, dalla linea decisa e trasversale. Ne esistono infinite versioni, dall’urban all’underground, dal preppy al luxury, in paillettes, shearling, raso, pelle e chi più ne ha più ne metta.

Mancava all’appello una declinazione in maglia, e questo mi ha convinto a proporre proprio un bomber in maglia nella mia collezione primavera estate. Inoltre, mentre tutti gli stilisti si sono sbizzarriti lavorando su vestibilità oversize, nessuno ne ha proposto una versione femminile e aderente, capace di accontentare le moderne Pink Ladies. Il riferimento non è casuale, infatti il bomber in maglia che ho disegnato per la collezione estiva di TitìMilano potrebbe avere il suo antenato proprio in quel giacchino rosa color bubblegum indossato dalle ragazze di Grease. I colori pastello fanno pensare ai favolosi fifties, mentre il check ricorda vagamente i capi da tennis o da golf in uso negli anni sessanta quando l’abbigliamento sportivo era estremamente sartoriale, elegante e stiloso, complice anche la mancanza dei tessuti tecnici disponibili oggi. Così è nato quel giubbino “dall’aria sportiva ma non troppo”, ingentilito da proporzioni asciutte e colori delicati, che è un capo-spalla in maglia sfizioso per coprirsi nelle fresche serate di primavera. E’ stata anche l’occasione per riproporre lo jacquard a quadretti, uno dei temi più hot della scorsa collezione invernale di TitìMilano, che con il suo ironico effetto tovagliato sdrammatizza perfettamente un capo di foggia sportiva, rendendolo unico e originale.

Ma passiamo allo step successivo: come indossarlo? Il bomber si presta benissimo a interpretare i look più casual e sportivi, composti da jeans skinny, T-shirt e sneaker. Per chi ha il fisico giusto e ama osare, la versione athleisure può contemplare leggings, T-shirt oversize e sneaker a scarpe da running. E il modello di TitìMilano non si sottrae alla regola. Tuttavia, il modo più up to date di indossare il bomber è in abbinamento ad abiti che solitamente metteremmo in occasioni eleganti e che in questo specifico caso vengono sdrammatizzati e resi istintivamente più giovani e di tendenza. Ad esempio, un abito lungo, nero o stampato, può essere valorizzato con un bel bomber in maglia appoggiato sulle spalle (il modo più cool di indossarlo!) e un paio di scarpe da ginnastica firmate. Ma questo modello di giacca che si ferma alla vita sta bene anche con gonne a tubino (perché non proprio le pencil skirt di TitìMilano per la primavera-estate 2017!), gonne ampie e plissettate, mini dress, morbidi pantaloni e cropped pants.

Non ci sono praticamente limiti alle possibilità di mixarlo: è grintoso e femminile al tempo stesso, di un peso perfetto nella mezza stagione, sfizioso, divertente. Il bomber in maglia di viscosa di TitìMilano è un perfetto passe-partout per completare tutti i vostri look dandogli il twist che cercate.

Non vorrete più uscire senza di lui!

A presto

Francesca

Recent Posts