Menu

Non hai articoli nel carrello.

SPEDIZIONE E RESO GRATUITI IN TUTTA ITALIA

Maglieria di ispirazione athleisure: molto più di una tendenza

Maglieria di ispirazione athleisure: molto più di una tendenza

Maglieria di ispirazione athleisure: molto più di una tendenza

Apprestandosi a disegnare una nuova collezione, ogni designer deve mixare gusto e suggestioni proprie con le tendenze dominanti o nascenti. Come veri trend-hunter, dobbiamo captare le novità in arrivo per poi tradurle nelle nostre collezioni. E’ il caso dell’athleisure, tema dominante della mia collezione di maglieria primavera-estate 2017, particolarmente evidente nei “pezzi sotto”come le pencil skirt e i cropped pant con le bande sui lati, che richiamano le tute ginniche portandoci dritte dritte in una dimensione, quella del comfort e dello sport, che pervade sempre di più ogni aspetto della nostra vita.

Ma partiamo dalla definizione di athleisure che ne dà uno dei più famosi dizionari di lingua inglese, che recentemente ha inserito il vocabolo fra i suoi lemmi: athleisure connota vestiti casual, disegnati per essere indossati sia per l’esercizio fisico che per l’uso generico. Un fenomeno che viene dagli Stati Uniti (cosa non arriva dagli Stati Uniti!) e che, in un primo momento, è stato letto come la tendenza dominante della moda nel decennio in corso. Ma che ora è visto addirittura, dagli studiosi del costume, come un cambiamento radicale del modo in cui gli americani si rapportano ai loro vestiti.

"L'athleisure è il nuovo casual", ha detto, ad esempio, Deirdre Clemente, esimia professoressa di storia dell'Università del Nevada, alla testata Business Insider. La docente vede l’ athleisure come un ibrido fra il business casual e l'abbigliamento active, dove materiali e fogge decisamente sportive diventano comuni in abiti quotidiani, estremamente confortevoli e pratici. E lo stile si sta evolvendo proprio per fondere insieme la versatilità del business casual con le prestazioni dell'activewear. Molti pensano quindi che, più che una tendenza, l'athleisure sia una vera e propria rivoluzione nel modo di vestire. La professoressa Clemente ricorda che il fenomeno va inserito nell'ambito di cambiamenti più ampi che stanno avvenendo nel costume e nella cultura americani, in cui si riscontra una sempre maggiore attenzione alla salute, al benessere e all'esercizio fisico.

Sta di fatto che l'athleisure è diventato un segmento sempre più importante della moda, su cui stilisti, aziende e retailer stanno scommettendo. Le case di moda infatti, cavalcando questi cambiamenti, danno quel tocco glam all’abbigliamento di ispirazione active, permettendo a leggings, felpe e tute sportive di uscire dagli spogliatoi delle palestre per popolare i nostri armadi. Ed è evidente quanto lo streetwear oggi sia permeato da dettagli e materiali di derivazione sportiva, dalle coulisse allee zip, dal nylon al neoprene. Secondo Vanessa Friedman, fashion director e critica di moda del New York Times, il capo base dell’athleisure sono i leggings, oltre all’abbigliamento sportivo in generale. "L’athleisure ha avuto origine dalla tendenza delle donne (ma non solo) a indossare i capi aderenti, utilizzati per fare sport, anche fuori dalla palestra - spiega -.

E oggi è ampiamente rappresentato da tutte quelle celebrities americane paparazzate al supermercato, le teenager e le ventenni sempre in leggings anziché in jeans e tutta quella serie di tute di alto livello, in cashmere o velluto, portate sugli aerei per stare comodi". Friedman lo definisce "un sistema di valori che mette la comodità e la funzionalità, propri dei vestiti da palestra, sullo stesso livello dello stile, e che comunica al resto del mondo che salute e benessere vengono messi al primo posto”. 

Dovendo trovare una chiave stilistica per la mia collezione di maglieria mi sono ispirata a questa nuova concezione nel disegnare le gonne tubino e i pantaloni a palazzo alla caviglia della nuova collezione primavera-estate di TitìMilano.

Mi divertivano le bande colorate che percorrevano gonne e pantaloni dando un tocco deciso, sportivo, vitaminico a dei capi così classici. Ve li propongo per la primavera estate con la speranza di vedere questi capi mixati nei vostri guardaroba in modo creativo, con quello spirito  ironico che contraddistingue la collezione, e anche me!

A presto

Francesca

 

Recent Posts