Menu

Non hai articoli nel carrello.

SPEDIZIONE E RESO GRATUITI IN TUTTA ITALIA

Pitti Immagine Filati: le mille fonti di ispirazione per la maglieria autunno-inverno 2018/19.

Pitti Immagine Filati: le mille fonti di ispirazione per la maglieria autunno-inverno 2018/19.

Pitti Immagine Filati: le mille fonti di ispirazione per la maglieria autunno-inverno 2018/19.

Ragazzi, ci siamo. Pitti Immagine Filati, anteprima mondiale per conoscere le novità in fatto di fibre e filati per la maglieria del prossimo autunno inverno 2018/19, è in corso a Firenze e io mi ci sono buttata a capofitto per trovare le materie prime più adatte, esclusive e "intelligenti" per le mie prossime collezioni di knitwear, cercando nel contempo ispirazione per il design dei miei capi in maglia, in quella che è una vera e propria fucina della creatività contemporanea.

In Fortezza da Basso espongono in totale a questa edizione 132 marchi, di cui 24 provenienti dall'estero: una selezione delle migliori realtà mondiali attive nella produzione di filati per maglieria. A questa offerta, che rappresenta il cuore del salone, si aggiungono le realtà fornitrici di servizi per il settore (26 espositori presenti all'interno dell'area Fashion at Work) e i maglifici (20 di stanza nella parte KnitClub).

Quanto mai suggestivi gli allestimenti questa stagione: Boom, Pitti Blooms è infatti il tema guida dei saloni estivi di Pitti Immagine e la Fortezza da Basso mi è apparsa subito carica di energia vitale e bellezza grazie ai fiori, improbabili, effervescenti e ironici come idee creative, che la ornano, sotto forma di macro aiuole gonfiabili, sculture abnormi, bouquet volanti o ventagli a forma di fiore. Il colore e la positività emanata dai fiori me la devo proprio ricordare, in vista di creazioni in maglia future!

In una nuova location (il Salone M) ho trovato lo Spazio Ricerca di Pitti Immagine Filati, il laboratorio di creatività del salone e osservatorio sperimentale, dove vengono analizzate e lanciate le tendenze per le prossime stagioni. "The Human Edition" è il tema di questa edizione e il pensiero sotteso è il seguente: in un clima generale segnato dalla mancanza di direzioni chiare, dove tutto appare possibile, la stagione autunno-inverno 2018/2019 porterà al centro dell’attenzione l’uomo e le sue necessità più naturali. Un pensiero che si attuerà attraverso scelte forti e autonome. Un concetto che è particolarmente in sintonia con la mia sensibilità di donna e di stilista, da cui cerco di partire sempre progettando una nuova collezione di maglieria. Quando mi accingo a concepire e disegnare dei nuovi capi penso infatti alla loro estetica, ma contemporaneamente anche alla loro funzionalità: al fatto che debbano essere gradevoli, dalla vestibilità perfetta e comodi per la donna che li indosserà. Tengo in considerazione anche aspetti come la durata e la facilità di manutenzione, nel tentativo di agevolare e mettere davvero al centro del mio lavoro la consumatrice.

Fra gli appuntamenti clou di Pitti Immagine Filati di questa stagione c'è la sfilata Creative Knitwear Design on Catwalk, che ha portato in passerella, mercoledì 28 giugno nella Sala della Ronda, la creatività degli alunni del Master di Primo Livello in “Maglieria, Creative Knitwear Design” di Accademia Costume & Moda.

Una sfilata-evento, promossa e organizzata dalla Fondazione Pitti Immagine Discovery, insieme ad Accademia Costume & Moda e a Modateca Deanna, in collaborazione con The Woolmark Company, Max Mara e Avant Toi. Lo scopo è far emergere i talenti del design e della maglieria valorizzandone la capacità e l’originalità.

Uno strumento di dialogo tra le migliori imprese del settore, presenti al salone, i buyer e i rappresentanti degli uffici stile delle maison, la stampa e i giovani creativi internazionali. In particolare, gli allievi del Master hanno portato in scena i loro progetti personali e tre industry projects (esperienze di studio nella quali alla creatività dello stilista è richiesto di modellarsi sul dna di un determinato brand), sviluppati durante il percorso di studi, con il supporto diretto di alcune delle maggiori aziende italiane della moda.

Gli outfit dei giovani designer sono stati esposti anche in un display all’interno dello stand Zegna Baruffa Lane Borgosesia. I dodici studenti del Master in Creative Knitwear Design hanno avuto infatti la possibilità di creare, con il supporto di Zegna Baruffa Lane Borgosesia, dei capi in maglia in lana merino, prendendo ispirazione da cinque dei sette temi di The Wool Lab autunno-inverno 2018/2019, la miglior selezione di tessuti e filati di lana presenti in commercio, realizzata da The Woolmark Company. L’obiettivo è stato quello di mettere alla prova le nuove leve dello stilismo con la lana merino, in lavori capaci di esaltarne le qualità intrinseche.

Feel the Yarn è invece il concorso per giovani creativi internazionali, organizzato da CPF-Consorzio Promozione Filati, con il sostegno di Pitti Immagine, giunto alla sua ottava edizione. Questa stagione ha coinvolto 22 studenti, selezionati tra più prestigiosi istituti di moda al mondo e chiamati a interpretare il tema Knit Mix, assegnato dalla curatrice del contest Ornella Bignami, e altrettante filature presenti a Pitti Immagine Filati. Una giuria qualificata, insieme ai voti espressi dai visitatori, decreterà il vincitore del premio, messo a disposizione da Biella Yarn, che permetterà al designer prescelto di continuare ad approfondire la sua formazione.

La premiazione, in calendario venerdì 30 giugno, prevede anche un riconoscimento speciale al progetto che dà maggiore enfasi alla creatività dei filati italiani, offerto da Banana Republic. Fantastico incoraggiare la creatività dei giovani designer della maglieria. Per noi "colleghi" è una manna poter verde il frutto del loro lavoro, molto spesso sperimentale e sicuramente di respiro internazionale.

Come ho già detto, Pitti Immagine Filati è una fonte impareggiabili di stimoli e sollecitazioni. Ora vi lascio: ho ancora molto da vedere, toccare e sperimentare qui a Firenze!

A presto

Francesca

Recent Posts