Menu

Non hai articoli nel carrello.

SPEDIZIONE E RESO GRATUITI IN TUTTA ITALIA

Un premio per la maglieria in lana merino: International Woolmark Prize

Un premio per la maglieria in lana merino: International Woolmark Prize

Un premio per la maglieria in lana merino: International Woolmark Prize

Nel mondo della maglieria, e della moda in generale, esiste un concorso molto famoso che ha lo scopo di promuovere e sostenere i giovani stilisti che si cimentano con la lana merino.

Si chiama International Woolmark Prize ed è una della tante iniziative messe in campo da The Woolmark Company, il potente marchio che in tutto il mondo rappresenta la lana australiana, valorizzandola come fibra naturale per eccellenza e come materia prima fondamentale per l'abbigliamento di lusso.

Oggi vi parlo di questo contest e delle sue ultime novità.

L'International Woolmark Prize ha una storia lunghissima e prestigiosa alle spalle. Negli anni Cinquanta ha rappresentato il trampolino di lancio niente meno che per le carriere di Yves Saint Laurent e Karl Lagerfeld. Nel 2012 The Woolmark Company ha deciso di reintrodurlo con lo scopo di premiare eccellenti designer di maglieria emergenti per la loro creatività nell’ utilizzare la lana merino.

Da quell'anno si è sempre svolto attraverso fasi regionali in Cina, Australia, India, Italia, Gran Bretagna e Francia, da cui scaturivano altrettanti vincitori, ognuno dei quali poteva poi accedere alla fase internazionale e veder finanziata la propria collezione. Al vincitore assoluto spettava un premio in denaro di 100mila dollari australiani, finalizzato a supportare lo stilista nell'organizzazione e nella promozione del suo fashion show. Inoltre, al creativo era assicurata la possibilità di mettere in vendita la propria linea di maglieria presso importanti retailer internazionali partner dell'iniziativa, come Harvey Nichols in Gran Bretagna, Lane Crawford in Cina, Eickhoff in Germania e Bergdorf Goodman negli Stati Uniti.

Negli anni, l’ International Woolmark Prize ha incoronato designer come Gabriela Hearst per il womenswear e Cottweiler per il menswear (vincitori dell'edizione 2016/2017), il duo britannico Catherine Teatum e Rob Jones, in arte Teatum Jones, per il womenswear e Suketdhir per il menswear, nell'edizione precedente e molti altri ancora.

Di recente è arrivata inoltre la notizia che The Woolmark Company ha deciso di incrementare il montepremi dell’International Woolmark Prize. Tutti i 65 candidati delle sei regioni a cui il concorso è esteso oggi (Australia, Asia, Europa, Isole Britanniche, Medio Oriente e Stati Uniti) riceveranno 2mila dollari australiani come supporto per lo sviluppo del loro outfit da presentare in vista delle finali regionali, in calendario il prossimo luglio a Dubai, Londra, Milano, New York, Seoul e Sydney. I vincitori regionali delle categorie menswear e womenswear riceveranno un premio di 70mila dollari australiani, 20mila in più rispetto alla precedente edizione, come sostegno per la realizzazione della capsule finale.

Raddoppiato, infine, il montepremi della finale globale: ai vincitori della categoria menswear e womenswear andranno 200mila dollari australiani, anziché 100mila.

Da questa edizione, inoltre, sarà introdotto un nuovo riconoscimento, l’Innovation Award, volto a coinvolgere le aziende tessili che vorranno supportare i giovani designer di maglieria nella creazione di tessuti e filati di lana innovativi. Il nuovo premio andrà a chi svilupperà in maniera inedita un tessuto o un filato in lana merino. Al vincitore dell’ Innovation Award spetteranno 100mila dollari australiani e la possibilità di interessanti esiti commerciali: riceverà, infatti, il sostegno da parte di The Woolmark Company per promuovere il nuovo prodotto attraverso il proprio network globale.

Fra i candidati di questa sessione dell'International Woolmark Prize per l’Europa ci sono anche due esponenti italiani: Brognano per il womenswear e MiaoRan nella categoria dedicata all’abbigliamento maschile.

Attendiamo allora con ansia l'esito delle finali regionali e successivamente di quelle mondiali per conoscere "the winner", il più bravo designer nel concepire una collezione di maglieria in lana merino australiana!

Che vinca il migliore!

E speriamo che sia un italiano!

A presto

Francesca

Recent Posts