Menu

Non hai articoli nel carrello.

SPEDIZIONE E RESO GRATUITI IN TUTTA ITALIA

Sembra beachwear ma non è!

Sembra beachwear ma non è!

Sembra beachwear ma non è!

Oggi voglio condividere con voi il successo ottenuto, presso la stampa di moda e le consumatrici, dei completi top e culotte messi a punto da TitìMilano per la primavera-estate 2018 (nella foto l'influencer @sophietta).

Pezzi intimi assolutamente “esternabili”, in maglia jacquard e Lurex, da valorizzare mettendoli bene in vista, sotto capi dalle audaci trasparenze.

Vi confesso che li abbiamo fatti quasi per gioco, per completare la nostra collezione primavera-estate 2018, ma sono piaciuti così tanto, in primis alle giornaliste di moda, che li hanno voluti per i loro servizi fotografici, che non possiamo più tenerli “segreti” all’interno del nostro showroom.

Stiamo parlando dei completi composti dal top Roy e dalla culotte Rotella, che trovate realizzati in tantissime varianti colore sia nell’originale fantasia jacquard che in lurex scintillante. Top e culotte in maglia, dalle forme vagamente anni Cinquanta, che hanno conquistato stampa e clienti, sull’onda della tendenza particolarmente attuale di indossare capi intimi esternamente o comunque sotto capi trasparenti, in modo da essere visibili.

Bisogna precisare infatti che non si tratta di beachwear ma di intimo “esternabile”, il cui stile rétro, vagamente ispirato ai costumi da bagno degli anni Cinquanta, indossati da icone assolute come Marilyn Monroe e Rita Hayworth, risulta particolarmente glamour e adatto a definire i look più originali dell’estate.

Alleati insostituibili dei vostri “nude looks” ma anche indossati come “fuori acqua” a bordo piscina, Roy e Rotella saranno in grado di farvi sentire una diva d’altri tempi o una sensuale ed ironica pin up.

I brand e gli stilisti più affermati ci vengono in aiuto per capire come indossare l’underwear all’esterno: alle sfilate della primavera-estate 2018 sono stati, in particolare, N°21, il marchio disegnato da Alessandro Dell’Acqua, e Moncler Gamme Rouge, la linea lusso di Moncler firmata da Gian Battista Valli, a proporci una profusione di outfit caratterizzati da trasparenze e intimo a vista.

Basta scorrere le immagini di queste due sfilate per avere suggerimenti in merito, anche se le suggestioni naturalmente ci vengono pure dal mondo dello spettacolo, dei festival musicali, primo fra tutti Coachella, e dello street-style, con belle ragazze, più o meno famose, che appaiono in micro top che assomigliano sempre più a bikini da spiaggia e short inguinali che sembrano mutande, mettendo in soffitta il senso di pudore… ma quando si è giovani e belli, tutto è concesso…

E anche una stilista di maglieria attenta allo stile, all’eleganza e al bon ton come la sottoscritta, si ammorbidisce e, in un certo senso, prende appunti!

Del resto, il concetto di intimo da portare a vista è stato sdoganato ormai da tempo, partendo dal corsetto: un tempo simbolo dalla costrizione del corpo femminile, questo capo è diventato negli anni Settanta e Ottanta un pezzo da esibire, emblema di ribellione sessuale, soprattutto nelle sottoculture punk e gotiche della Londra di quegli anni, quando anche una giovane stilista rivoluzionaria come Vivianne Westwood, che portava la moda di strada in passerella, lo adottò come capo icona all’interno della sua estetica.

Nella storia del costume vi è un altro momento cardine per il corsetto da mettere in mostra: mi riferisco al modello disegnato da Jean Paul Gaultier per Madonna, in occasione del Blond Ambition Tour della cantante del 1990. Il bustino in seta con coppe coniche messo a punto dall’enfant terrible della moda per una delle artiste più trasgressive della storia della musica è diventato un riferimento imprescindibile nell’immaginario collettivo in fatto di intimo da portare a vista.

Da quel momento in poi le show girl ci hanno abituato praticamente a tutto ed esibire capi intimi, più o meno speciali, durante una performance o nella vita di tutti i giorni, è diventata una consuetudine.

Vi ho convinte?

A presto

Francesca

Recent Posts